sUNwaste, il forno solare che fonde i rifiuti plastici per dar loro nuova vita

  5 Ottobre 2019  >   Progetti · Protagonisti

Grazie a una lente di Fresnel, questo progetto promette di creare oggetti utili partendo dall’immondizia

Immaginate una grande e potente lente che possa concentrare la luce del sole riscaldando e fondendo un insieme di rifiuti plastici tritati. A cosa servirebbe un apparecchio del genere? Semplice: a creare nuovi e utili oggetti partendo proprio dagli scarti. È questo, in fondo, il senso di adottare misure e accorgimenti che vadano sempre più in direzione della circolarità e dunque del rispetto per l’ambiente.

Lo speciale forno solare per riciclare plastica sUNwaste
Lo speciale forno solare per riciclare plastica sUNwaste

Ed è proprio tenendo a mente tali concetti che è nato sUNwaste, il progetto ideato e realizzato a Trieste da sette membri del FabLab Scientifico dell’ICTP, laboratorio che fa parte del Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” del capoluogo friulano.

Una lente di Fresnel, oggetto che permette di raccogliere o ingrandire la luce, viene orientata automaticamente in modo che riesca a scaldare e successivamente a fondere un insieme di rifiuti plastici tritati. Questo speciale “forno” dona nuova vita ai rifiuti, dunque, in nome di un riutilizzo della plastica che eviti di lasciare nell’ambiente pericolosi residui. 

foto: Pxhere
foto: Pxhere

_________________________________________________________________________________________________________________________________________

I makers triestini presenteranno vari oggetti ottenuti con questo innovativo sistema di riciclo a Maker Faire Rome – the European Edition 2019, l’evento dedicato all’innovazione che si svolgerà dal 18 al 20 ottobre alla Fiera di Roma.