Programmare l’intelligenza artificiale: dal Giappone un acceleratore per Arduino

  24 Settembre 2019  >   Curiosità · Flash · Progetti · Protagonisti · Ultime notizie

Un dispositivo per rendere più accessibile la programmazione dell’AI, grazie aD Arduino.

L’Intelligenza Artificiale (AI) è diventata ormai protagonista indiscussa della maggior parte dei progetti di sviluppo tecnologico. Per il suo sviluppo è fondamentale la fase di apprendimento (training), cioè quella in cui impara a ripetere precise operazioni in presenza di determinati input, proprio come uno studente a scuola impara a dare le risposte esatte alle domande che gli vengono poste. Più lungo e dettagliato sarà il training, più numerose saranno le situazioni e le richieste (inference) che l’AI saprà affrontare in maniera appropriata (paragonabili ad un esame di valutazione per l’alunno).

 Arduino FPGA2I Accelerator 
Arduino FPGA2I Accelerator

Ovviamente tutto ciò necessita di una grande potenza di calcolo a cui non tutti (pensiamo agli studenti o ai makers indipendenti) possono accedere. Un candidato possibile potrebbe essere Arduino, poiché molti riescono a gestirlo e programmarlo, ma risulta essere una piattaforma non abbastanza potente per supportare queste operazioni. Per questo un team di sviluppatori della Hokkaido University ha creato  FPGA (FPGA2I) AI shield, un Acceleratore per Arduino. La scheda è in grado di garantire una grande potenza di calcolo in tutte le fasi di programmazione dell’intelligenza artificiale, ed è inoltre totalmente modificabile e riconfigurabile a piacimento. Questo lavoro è basato sui risultati ottenuti da un progetto commissionato dall’Organizzazione per lo Sviluppo delle Nuove Energie e della Tecnologia Industriale (NEDO).

Programming artificial intelligence
Programming artificial intelligence

All’interno di Maker Faire Rome – the European Edition 2019, la fiera dell’innovazione a cui questo progetto parteciperà, sarà possibile osservare in azione, toccare e provare molti campioni di Intelligenza Artificiale: un modo per stimolare la creatività e, perché no, porre le basi per una nuova brillante idea. Ti aspettiamo dal 18 al 20 ottobre alla Fiera di Roma.