Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


Fanale posteriore per auto a luce mutevole
Fanale posteriore per auto a luce mutevole

Fanale posteriore per auto a luce mutevole

I comuni fanali posteriori per auto, siano essi realizzati con comuni lampade ad incandescenza o LED, sono concepiti per avere aree definite dedicate alla visualizzazione di uno stato (STOP, Retromarcia, Freccia, Luci di posizione), essendo concepiti con l’uso di elementi illuminanti in grado di emettere un solo tipo di colore.
In questo progetto sono stati realizzati dei prototipi utilizzando invece elementi illuminanti a LED multicromatici RGB che, potendo variare il loro colore di emissione, ci permettono di sfruttare in modo completo tutta l’area del faro a disposizione.
In pratica il LED posizionati all’interno del faro, vengono comandati da una logica di controllo programmabile, in questo caso realizzata con un Arduino Nano, per accendersi in modo “mutevole” in relazione al tipo di comando ricevuto dall’auto. I comandi da visualizzare sono simulati per mezzo di una scatola di controllo ad interruttori.
Il risultato è che le varie zone del faro, non più dedicate ad un solo tipo di segnalazione, possono mutare la loro funzione in base alle geometrie programmate di volta in volta nella logica di controllo.
La possibilità di utilizzare sempre la massima superficie possibile per la visualizzazione delle indicazioni di marcia dell’auto, è da intendersi come un miglioramento della sicurezza complessiva dell’auto che, in questo modo, potrà mostrare quanto necessario con la massima efficacia e luminosità possibile.
Italy


Fanale posteriore per auto a luce mutevole

Pierluigi Zerbini

Sposato, con due figli maschi. Il mio lavoro principale è nell'ambito delle telecomunicazioni e della sicurezza informatica. Sono appassionato di tutto quello che è "DIY", dalla cucina alla falegnameria passando per l'elettronica e l'informatica. Ritengo di essere un "maker" da prima che esistesse la parola per definirlo. Uno dei miei obiettivi principali è di applicare le tecnologie alla vita reale. Sono anche radioamatore con particolare attenzione al radioascolto SWL, il mio callsign è IU0HFV.
Concordo completamente con il motto: se non lo hai smontato (e magari rotto) non ti appartiene.


Stand B24 (pav. 8) - Pierluigi Zerbini & Andrea Orazi


Back
 
Dati aggiornati il 20/10/2019 - 17.32.19