Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


 CNR4All Bioristor: Sensori biocompatibili per il monitoraggio dello stress idrico delle piante

CNR4All Bioristor: Sensori biocompatibili per il monitoraggio dello stress idrico delle piante

Abbiamo sviluppato un biosensore altamente biocompatibile che viene inserito nel fusto delle piante ed è in grado di monitorare in modo continuativo ed in tempo reale la composizione ed il cambiamento della linfa delle piante. Grazie al monitoraggio in continuo e in vivo delle caratteristiche della linfa si possono avere informazioni sullo stato di salute della pianta e sul suo stress idrico. Conoscendo le condizioni della pianta direttamente dal suo interno, è possibile determinare la quantità corretta di acqua da dare alla pianta, riuscendo a ottimizzare l’irrigazione e riducendo gli sprechi d’acqua. I sensori sono stati applicati in campo aperto e hanno monitorato 30 piante di pomodoro, durante tutta la stagione di crescita. Grazie alle misure effettuate si è potuto risparmiare il 36% di acqua.
Grazie a monitoraggio interno alla pianta si possono avere informazioni in tempo reale di come realmente la pianta sia idratata. Questo permette di agire in tempo reale, mentre con altri metodi ottici, legato a immagine da drone o da satellite, le piante mostrano i segni della sofferenza da stress idrico soltanto dopo diversi giorni. Si può invece agire con questo sensore in modo precoce. Grazie alle informazioni del sensore è possibile capire anche se vi sia un danno alla pianta dovuto a contaminazione salina dell’acqua, che in certe zone del nostro paese sta interessando diversi terreni. Grazie al monitoraggio delle piante, si possono avere informazioni sulla compatibilità biologica degli ambienti e degli ecosistemi, utilizzando le piante come un sensore naturale del benessere delle aree urbane.
Italy


 CNR4All Bioristor: Sensori biocompatibili per il monitoraggio dello stress idrico delle piante

Nicola Coppedè, Andrea Zappettini, Michela Janni, Filippo Vurro, Riccardo Manfredi

Nicola Coppedè è ricercatore presso l’Istituto dei Materiali per l’elettronica e il magnetismo IMEM-CNR Parma dal 2012. Dal 2019 è responsabile dell’unità di ricerca “Signal” che si occupa di materiali e dispositivi per la sensoristica distribuita.
Si è laureato in Fisica Presso l’Università degli studi di Pisa nel 2001 con tesi dal titolo “Near field Microscopy of superconductive films deposited by laser ablation”


Stand B1 (pav. 7) - Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR4All#


Back
 
Dati aggiornati il 20/10/2019 - 17.32.19