Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


New Technologies & The Classical World

New Technologies & The Classical World

Il progetto vuole mostrare come soluzioni tecnologiche all’avanguardia, coniugate con le discipline tradizionali del settore, siano fondamentali per una conoscenza approfondita del mondo arcaico, in particolare greco e latino. Il Dipartimento di Scienze dell’Antichità è attivo in una serie di progetti di rilevanza internazionale (e.g. “Multilingualism and Minority Languages in Ancient Europe”; MuMiL-EU Hera JRP Project “Uses of the Past”–Horizon 2020; “Progetto Roca” in Convenzione con SABAP-LE, Unisalento) che analizzano il multiculturalismo, il multilinguismo (inteso anche come molteplicità di linguaggi: linguistico-letterario, epigrafico, artistico-archeologico), il contatto linguistico nell’Italia antica (VI a.C.-III d.C.) e la loro eredità culturale. A tal fine sono stati realizzati con attrezzature di ultima generazione rilievi fotogrammetrici 3d e scansioni con laser scanner ad alta definizione di iscrizioni greche, latine e di lingue epicoriche d’Italia su vari supporti (pietra, ceramica e pareti della “Grotta della Poesia”) che consentono lo studio di tali testimonianze del passato che sarebbe altrimenti arduo o impossibile, per es. per difficoltà di accesso ai siti (grotta) e di ruotare supporti fragili o pesanti. Saranno proposti al pubblico esempi quali: stampa in 3d di un calco delle iscrizioni della “Grotta della Poesia”; ricostruzione video della stessa; simulazione interattiva di rotazione, zoom, variazione di angolazione di luce di manufatti iscritti; dimostrazione ed esercitazione pratica dell’elaborazione di calchi di iscrizioni.
Italy


New Technologies & The Classical World

Sara Kaczko

Sara Kaczko, Ricercatore a Tempo Determinato, L-Fil-Let/05 (e membro del progetto MuMiL-EU) Dipartimento di Scienze dell’Antichità, La Sapienza


Stand A2 (pav. 7) - Sapienza Università di Roma - Saperi&Co


Back
 
Dati aggiornati il 20/10/2019 - 17.32.19