Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


Una piccola radice per una pianta nello spazio, una grande radice per la flora terrestre
Una piccola radice per una pianta nello spazio, una grande radice per la flora terrestre

Una piccola radice per una pianta nello spazio, una grande radice per la flora terrestre

Ci stiamo preparando a colonizzare nuovi pianeti a misurare la resistenza del corpo umano per lunghi periodi in luoghi ostili. Anche le piante ci accompagneranno, necessarie per il nostro nutrimento e sopravvivenza. Immagino lo stress che subiranno le piante abituate sul pianeta terra a crescere in direzione della luce. Ho costruito una sorta di rudimentale tapis roulant che simula il fototropismo cioè il movimento che porta la pianta a curvarsi verso le fonti di luce direzionali. Con la luce artificiale le piante non faranno un movimento est-ovest durante il giorno seguendo il sole. L’attrezzo ginnico serve a tenerle in forma e a ridurre lo stress.
In chiave ironica vuole essere questo lavoro una riflessione su quale sia il ruolo delle scienze umane e la funzione della teoria rispetto al decentramento dell'essere umano che non misura più tutte le cose? L'ideologia dell'economia del libero mercato ha generato l'antiintellettualismo che scredita la scienza soft e ripone salvezza e verità nelle sole scienze hard.


Italy


Una piccola radice per una pianta nello spazio, una grande radice per la flora terrestre

Carlo Caloro

La ricerca di Carlo Caloro si pone come esplorazione dei vari linguaggi artistici e delle stigmatizzazioni di alcuni elementi del contemporaneo che l'artista traduce in immagini: installazioni composite che risultano essere contenitori di riflessioni personali e sintesi di uno studio condotto avvalendosi di un metodo spesso preso in prestito dall'ambito umanistico e scientifico.
Sospeso tra un approccio logico e astratto, ogni singola opera è sperimentazione fisica e poetica allo stesso tempo. Il linguaggio spesso incontra le nuove tecnologie così come l'artigianato o l'azione performativa. La sua duplice formazione - Accademia di Arti Multimediali a Colonia e l´Accademia Nazionale di Arte Drammatica "Silvio D'Amico" a Roma – lo caratterizza non solo come artista, ma anche come attivatore e “regista” di eventi e mostre che orchestra attraverso lo spazio indipendente artQ13 del quale è co-fondatore.


Stand F47 (pav. 8) - Carlo Caloro


Back
 
Dati aggiornati il 20/10/2019 - 17.32.19