Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


Pellextruder2: Low-Cost Open-Source Moineau Extruder for Volumetric 3D Printing from Plastic Pellets
Pellextruder2: Low-Cost Open-Source Moineau Extruder for Volumetric 3D Printing from Plastic Pellets

Pellextruder2: Low-Cost Open-Source Moineau Extruder for Volumetric 3D Printing from Plastic Pellets

Sul mercato sono ormai disponibili moltissime tipologie di filamento per la stampa 3D ma, nonostante i prezzi si siano recentemente abbassati, rimangono ben superiori all’acquisto dei pellet di termoplastica per uso industriale (~1€/kg, circa il 10% del prezzo del filamento).
La reperibilità di questi filamenti nei paesi in via di sviluppo è difficoltosa, mentre sono disponibili grandi quantitativi di rifiuti plastici (ad es. PET) potenzialmente utilizzabili a questo scopo previa triturazione.
Possiamo però ottenere l'estrusione volumetrica di plastica, ottimizzata per la stampa 3D, abbinando sullo stesso asse una vite di Auger con una pompa a cavità progressiva “di Moineau” e riscaldando il complesso attraverso lo statore cilindrico. I granuli di plastica entrano nella vite di Auger, che li scioglie mentre li porta nelle cavità della pompa di Moineau. Quest’ultima garantisce un flusso volumetrico costante di plastica che alimenta l’ugello di stampa.
Italy


Pellextruder2: Low-Cost Open-Source Moineau Extruder for Volumetric 3D Printing from Plastic Pellets

Carlo Fonda, Enrique Canessa, Marco Baruzzo, Erika Ronchin, Gaya Fior, Sara Sossi

Gli autori del progetto lavorano presso il FabLab Scientifico dell'ICTP di Trieste e dedicano il (poco) tempo libero ad inventare nuove soluzioni nello stile maker per alcuni dei grandi e piccoli problemi del mondo, fra cui quello del riciclo della plastica, quello dell'utilizzo di nuovi tipi di stampanti 3D in aree povere e rurali per la produzione veloce e a minimo costo di manufatti di grandi dimensioni.


Stand B13 (pav. 3) - ICTP SciFabLab - Trieste


Back
 
Dati aggiornati il 20/10/2019 - 17.32.19