AI 25 marzo “Intelligenza Artificiale: Sfide e Opportunità“.

  19 Marzo 2019  >   Eventi · Flash · Protagonisti · Ultime notizie

“Maker Faire Rome- The European Edition”, l’Università Roma Tre e aspettando Data Driven Innovation 2019, tornano con un altro grande appuntamento: “Intelligenza Artificiale: Sfide e Opportunità“.

Lunedì 25 Marzo ore 11.30

Dipartimento di Ingegneria, Università Roma Tre

Aula conferenze Via Vito da Volterra 62

In questo Talk, si discuterà delle sfide e opportunità offerte dal crescente successo nell’ingegneria dell’intelligenza artificiale e, pertanto, delle più significative iniziative internazionali riguardanti l’etica dell’IA. 

Si affermerà che:

  • (a) le sfide e le opportunità dell’ IA sono comprese al meglio se interpretiamo l’intelligenza artificiale non come un matrimonio ma come un divorzio tra la capacità di risolvere i problemi e la necessità di essere intelligenti nel farlo;
  • (b) l’intelligenza artificiale non porta a nessuna realizzazione di scenari di fantascienza (ad es. Singolarità) 
  • (c) l’intelligenza artificiale, che nasce per essere adattivamente più efficace all’interno dell’infosfera, sfida quella umana
  • (r)  il comportamento umano è messo alla prova dalla sua sua controparte artificiale che può essere allo stesso tempo attrattiva e indistinguibile da quella umana.

Nella parte conclusiva si suggerirà che tutto ciò di cui si è discusso deve invitarci a riflettere in modo più serio.

Tutto questo ci invita a riflettere più seriamente e con meno compiacenza su chi siamo, potremmo essere e vorremmo diventare e, quindi, sulla nostra capacità di  auto-comprensione, sulle nostre responsabilità etiche reciproche e verso il mondo.

Tutto  ciò richiede  il design etico e analisi previsionali dell’IA e della società dell’informazione in cui vorremmo vivere.

Luciano Floridi 

Laureato all’Università di Roma “La Sapienza”, M.Phil. e Ph.D. Università di Warwick, M.A. Università di Oxford

Attualmente è professore ordinario di filosofia ed etica dell’informazione all’Università di Oxford presso l’Oxford Internet Institute[1], dove dirige il Digital Ethics Lab [2].

Precedentemente , ha insegnato come professore associato logica ed epistemologia all’Università di Oxford e all’Università degli Studi di Bari.

È poi stato professore ordinario di filosofia dell’informazione presso la University of Hertfordshire, dove è anche stato UNESCO Chair of Information and Computer Ethics.

È conosciuto per i suoi studi sulla tradizione scettica (scetticismo) ma soprattutto per il suo lavoro di fondazione della filosofia dell’informazione e dell’etica informatica, due campi che ha contribuito a costituire.

È stato fondatore e coordinatore, con Jeff Sanders, dello IEG, gruppo di ricerca interdipartimentale sulla filosofia dell’informazione all’Università di Oxford.

Ha lavorato nella Humanities Computing e ha fondato e diretto il Sito Web Italiano di Filosofia (SWIF).

È stato presidente della IACAP, la International Association for Computing And Philosophy, della quale in passato è stato vicepresidente.

I suoi lavori sono stati tradotti in ceco, cinese, francese, giapponese, greco, persiano, polacco, portoghese e ungherese

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Per partecipare all’evento – che è gratuito – è sufficiente registrarsi su: https://2019.datadriveninnovation.org/it/registrazione-25-marzo-2019/ 

L’evento fa parte degli appuntamenti di Aspettando Maker Faire Rome settima edizione, nello specifico rientra nel calendario di DataDrivenInnovation  la conferenza  sul ruolo innovativo dei dati  e dell’intelligenza artificiale applicata in tutti i settori della società e dell’economia