L’arte di inventare storie. Rodari e l’uso della fantastica

Se noi avessimo una Fantastica, come abbiamo una Logica, avremmo scoperto l’arte di inventare. La frase del poeta tedesco Novalis segnò l’immaginario di Gianni Rodari e costituì calce e mattoni per quel magico ponte tra realtà e fantasia che ha accompagnato generazioni di bambini nella scoperta e nella costruzione di un mondo nuovo.

La straordinaria esperienza di Rodari, scrittore e giornalista nato cento anni fa a Omegna, il 23 ottobre 1920, trasforma la fantasia in uno strumento indispensabile. Una fantasia da coltivare, allenare, liberare, per permettere al bambino di diventare un buon adulto.

La fiaba è un modo di parlare del mondo, di parlare delle cose; è un modo di entrare nella realtà anziché dalla porta, dal tetto, dal camino, dalla finestra. Questo il pensiero di Rodari che dedicò la sua vita a dare una forma al mondo fantastico dei piccoli, mescolando la varietà del mondo e le infinite possibilità del linguaggio.

Interprete dell’immaginazione e teorico dell’arte del raccontare storie, Rodari arricchisce il mondo della scuola e dell’infanzia di attrezzi inusuali, grimaldelli per la libertà. Stravolge la regola e riabilita l’errore, poiché “in ogni errore giace la possibilità di una storia”. Sviluppa un sistema, in evoluzione continua, per inventare storie, mette a punto espedienti quali il binomio fantastico, mette su carta le favole al rovescio.

“Gli errori non stanno nelle parole, ma nelle cose; bisogna correggere i dettati, ma bisogna soprattutto correggere il mondo”. Tra immaginazione e teoria, espressa nella Grammatica della fantasia, Rodari plasma la realtà, anche con incursioni marziane sulla Terra, dal pulcino marziano a La torta in cielo sul Trullo di Roma. Il gioco dell’immaginario si fa con le parole “non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo”.

Tutti gli orari

Saturday 19 October
From 10.30 am to 11.30 am
B15 pav. 7
L’arte di inventare storie. Rodari e l’uso della fantastica

Relatori: Ilaria Capanna (Comitato CentoRodari dell’Istituzione Biblioteche di Roma) e Daniele Aristarco, scrittore, autore di racconti e saggi divulgativi rivolti ai ragazzi Modera Alessandro Marco Gisonda, Assessore del VI Municipio del Comune di Roma alla Scuola, Sport, Cultura, Politiche Giovanili, Turismo e Beni Archeologici



Category Talk & Conference · Type Talk
Back